Tulipae Maior, il tulipano gigante disegnato da Ronald Van der Hilst per 1934Design di XILO1934, ha letteralmente stupito alla 10a edizione di EIRE (Expo Italia Real Estate, Milano 24-26 giugno 2014). All'interno di GREEN LUXURY DESIGN, realizzata dall'architetto Massimiliano Mandarini, primeggiava, infatti,  l'imponente decorazione floreale realizzata sul parquet, che con i suoi giganteschi petali avvolgeva pressochè tutta la zona living.

GREEN LUXURY DESIGN si propone come installazione itinerante sui valori made in Italy per la promozione di nuovi modelli del living contemporaneo. Un nuovo concetto dell'abitare basato sull' eccellenza del made in Italy, con un accento contemporaneo e green, esportabile da Milano a new York, Dubai, Rio de Janeiro ed in ogni luovo ove la ricerca dello stile italiano si possa affermare come priorità.
 
Per questo GREEN LUXURY DESIGN ha coinvolto varie eccellenza dell'industri made in Italy, all'interno della filiera del legno-arredo.

Non poteva mancare il pavimento in legno  XILO1934, marchio di Piemonte Parquets, che da tre generazioni opera con un processo di lavorazione del legno totalmente italiano, dall'indiscussa vocazione ecologica.

Attraverso l'apporto creativo dei Designer, utilizzando innovative tecniche di decorazione applicate al parquet, XILO1934 ha dato origine ad un sistema di pavimenti dal fortissimo accento innovativo, di gusto e sapore completamente italiani. Non per nulla XILO1934 aveva già attirato l'attenzione dell'ADI (Associazione del Design Italiano), che aveva accolto fra i prodotti degni di menzione nientemeno che l'intera collezione dei parquet disegnati.

Un'occasione speciale, quella di EIRE, che si propone la 'rimessa in moto' del Real Estate italiano - oltre il 15% del Pil nazionale - attraverso la riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente, in gran parte privato. Grandi opportunità, dunque, anche perchè oggi le abitazioni prima acquistate dalla classe media italiana - dai 2-3.000 sino ai 7.000 euro al metro quadro - attirano fortemente le classi medie estere; basti solo si pensa agli investitori medi cinesi.

 

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori info su: Informativa Cookie.

Chiudi avviso